Calotte polari sempre più a rischio

Autore

Data

19 Febbraio 2024

AUTORE

TEMPO DI LETTURA

2' di lettura

DATA

19 Febbraio 2024

ARGOMENTO

PAROLE CHIAVE


Monitoraggio

Scienza

CONDIVIDI

Comprendere come cambiano le calotte polari dell’Antartide e dell’Artico è fondamentale per definire le proiezioni future dell’innalzamento del livello del mare. Un gruppo di ricerca composto da 29 esperti internazionali, a cui partecipa anche l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS, ha illustrato lo stato dell’arte sulla variabilità delle calotte polari, concludendo che per prevedere l’innalzamento del livello del mare bisogna avere una migliore comprensione della sensibilità delle calotte ai cambiamenti climatici del passato e non solo futuri.

‘Spesso si pensa che le calotte glaciali dell’Antartide e della Groenlandia rispondano relativamente lentamente ai cambiamenti climatici’ spiega Edward Hanna dell’Università di Lincoln (Regno Unito), coordinatore dello studio. ‘Tuttavia, il nuovo studio illustra che parte di queste enormi calotte rispondono molto più rapidamente al riscaldamento del clima, in un modo simile a quello in cui la frequenza e l’intensità degli uragani e delle ondate di caldo cambiano con il clima’.

Per approfondire: Le Scienze

Leggi anche
Clima
Editoriali
5′ di lettura

Per una transizione energetica senza eccessi

di Franco Bernabè
Oggi, Scienza
1′ di lettura

La luna di Giove e lo ‘squalo’ nel telescopio

di Redazione
Clima, Oggi
2′ di lettura

Panama si prepara per il climate change

di Redazione
Scienza
Viva Voce

Le biotecnologie al bivio europeo

di Stefano Bertacchi
4′ di lettura
Società
Viva Voce

Web e social media data: la brand reputation nell’era della sostenibilità

di Federica Carbone
4′ di lettura
Economia
Viva Voce

Abbigliamento circolare per l’outdoor

di Giulio Piovanelli
5′ di lettura
Scienza
Viva Voce

La bioeconomia che verrà

di Stefano Bertacchi
4′ di lettura
Società
Viva Voce

La sfida delle monete complementari italiane 

di Cristina Toti
8′ di lettura
Scienza
Viva Voce

Virus biotech per la medicina

di Stefano Bertacchi
5′ di lettura

Credits

Ux Design: Susanna Legrenzi
Grafica: Maurizio Maselli / Artworkweb
Web development: Synesthesia