La compagnia degli anelli (degli alberi)

Autore

Redazione

Data

23 Ottobre 2023

AUTORE

TEMPO DI LETTURA

1' di lettura

DATA

23 Ottobre 2023

ARGOMENTO

CONDIVIDI

Nuove misurazioni su un arco temporale di 1200 anni basate sugli anelli degli alberi mostrano che stiamo vivendo un riscaldamento senza precedenti e che il Periodo Caldo Medievale fosse più freddo di quello attuale. Questo il risultato principale di un recente studio pubblicato su «Nature» e coordinato dall’Università degli Studi di Padova e dall’Istituto Federale Svizzero di Ricerca per la Foresta, la Neve e il Paesaggio (WSL).

Il Medioevo e anche i secoli dopo sono stati turbolenti per il clima: si è verificata la famosa ‘Piccola Era Glaciale’ e poi il ‘Periodo Caldo Medioevale’, un momento di insolito riscaldamento. Questa fase ha sempre rappresentato un rompicapo per i ricercatori poiché le ricostruzioni climatiche prodotte sinora con gli anelli degli alberi sembravano indicare temperature anche più elevate di quelle attuali.

I modelli climatici aggiornati e la nuova ricerca fatta su 50 milioni di cellule hanno risolto il rompicapo: essi indicano per il Periodo Caldo Medioevale temperature sì miti ma non così elevate.

Scopri di più: Le Scienze

Leggi anche
Clima
Territori
6′ di lettura

Progetto ReclaiMEDland

di Carla Brisotto, Alessandro Raffa
Oggi, Scienza
-1′ di lettura

Una mappa di tutti i funghi del mondo

di Redazione
Clima
Editoriali
6′ di lettura

Tra piogge intense e caldo estremo

di Alberto Bonora, Gianmarco Di Giustino, Giulia Lucertini
Economia
Viva Voce

La competizione geopolitica per la leadership dell’AI

di Ettore Iorio
5′ di lettura
Scienza
Viva Voce

Le biotecnologie al bivio europeo

di Stefano Bertacchi
4′ di lettura
Società
Viva Voce

Web e social media data: la brand reputation nell’era della sostenibilità

di Federica Carbone
4′ di lettura
Economia
Viva Voce

Abbigliamento circolare per l’outdoor

di Giulio Piovanelli
5′ di lettura
Scienza
Viva Voce

La bioeconomia che verrà

di Stefano Bertacchi
4′ di lettura
Società
Viva Voce

La sfida delle monete complementari italiane 

di Cristina Toti
8′ di lettura

Credits

Ux Design: Susanna Legrenzi
Grafica: Maurizio Maselli / Artworkweb
Web development: Synesthesia